LILLO, dolcissimo cagnolino in cerca d'amore

24/10/2017
Salva nei preferiti Preferito
DETTAGLI
Comune: Milano
DESCRIZIONE
Un regalo, ecco cosa doveva essere Lillo.

La figlia se ne è andata da casa ed ha regalato questo cagnolino di 2 mesi ai genitori perché tenesse loro compagnia.

Così Lillo è stato legato ad 1.20 mt di catena, dentro un box. Perché chiuderlo dentro un box non bastava.
E la catena non si è allungata nemmeno quando lui è cresciuto.

Del resto il box era piccolo, che senso aveva una catena più lunga del box? Così forse, avranno pensato.

Lillo è sul retro della casa e non vede mai nessuno. I proprietari non lo hanno mai slegato.

I proprietari sono molto anziani, il padre è in una casa di cura e la madre vive solo al primo piano e non scende mai, è seguita dagli assistenti sociali.

Sono gli assistenti sociali che quando vanno, un giorno si e uno no, portano da mangiare a Lillo.
Sono gli assistenti sociali che ci hanno segnalato il cane.

Lillo adesso ha 3-4 anni e pesa 9 kg. Sarebbe un cagnolino di casa, invece è condannato a vivere in assoluta solitudine, si muove da anni solo nello spazio di 1,20 metri.

La volontaria va da 4 mesi in quella casa e 2 volte lo ha slegato. Le uniche due volte in 3 anni di vita che Lillo è stato slegato da quella corta catena.
E con grande stupore nostro, prima di mettersi a correre Lillo l’ha ringraziata, si è messo in piedi e delicatamente ha appoggiato le zampe sulla sua pancia e l’ha guardata. Sembrava dicesse grazie.
Poi ha corso, ha corso.

Perché dall’esterno del suo box Lillo vede l’erba, ma non ci ha mai potuto camminare sopra.

E’ disperato, dalla catena fissa, dal box, dalla solitudine assoluta.
Vive sul retro e non vede mai nessuno. Così forse nessuno poteva vederlo.

E se non fossero arrivati in quella casa gli assistenti sociali, nessuno lo avrebbe mai visto.

Dopo queste due volte in cui la volontaria lo ha sciolto, quando ha dovuto rimetterlo nel box e legarlo urlava come un bambino.

Quando vede le persone comincia a strillare, sembrano le grida di un neonato.
E i suoi strilli, come se lo stessero picchiando, quando vede qualcuno o quando è stato rilegato alla catena, ci accompagnano da mesi nel cuore.

La volontaria quando è andata ha portato il suo cane e ha scoperto che Lillo, vissuto in completa solitudine, diventava matto dalla gioia di poter giocare con un altro cane, di avere compagnia.

Lillo è desideroso della compagnia di una persona, di giocare o di poter vedere un altro cane.

Saprebbe sicuramente andare al guinzaglio perchè conosce solo il collare e la catena.

Non ce la fa più a vivere condannato a questa solitudine, sempre legato e chiuso dentro un box.

La signora a breve verrà portata in una casa di cura e la casa rimarrà vuota.
Allora gli assistenti sociali non verranno più qui e nessuno gli porterà più neppure il cibo ogni due giorni.

Lillo non può più neanche rimanere qui e il comune non lo prende in carico per il canile.
Sembra che non ci sia un posto per Lillo sulla terra.

Ma noi vogliamo credere che questo posto esista. Perché Lillo finora non è mai stato visto, era nascosto, invisibile.

Adesso sappiamo che è biondo, il pelo raso, piccolo, pesa 9 kg, grato e riconoscente per un lembo di libertà.

Lillo amerebbe di un amore unico chi lo liberasse, come Tristano amò per sempre Isotta che gli aveva rubato il cuore.

Così il cuore di Lillo apparterrà per sempre a chi lo libererà da questo inferno vivente.

L’associazione lo darà vaccinato, sterilizzato e microchippato.

Voi dategli solo un posto nel vostro cuore.

Facciamo che riveda una catena solo quando un giorno, forse, passeggerà al mare con voi e giungerete al porto e vedrete le barche ancorate al molo.

Ma allora lui saprà che quelle catene non sono per lui e che, vicino a voi, non potranno più raggiungerlo.

ACCETTIAMO ANCHE UNO STALLO.
PORTEREMO LILLO DAPPERTUTTO CON UNA STAFFETTA.

Tina 3454931295
adozioni.chancefordogs@gmail.com
RISPONDI
RISPONDI
Bakeca Consiglia

Annunci gratuiti a Milano